Numero 27

0

SCOPRI
I CONTENUTI
DELL’ULTIMO
NUMERO

Abbonati per visualizzare la rivista completa!

Se sei già abbonato, esegui il login adesso

scarica la versione demo

visualizza la versione demo

COVER STORY | SALTO DI QUALITÀ
Quasi vera, però falsa
La contraffazione alza l’asticella. La GdF sgomina un giro di repliche al 98% simili alle originali (manca solo il certificato di autenticità), vendute a peso d’oro, confezionate da artigiani fiorentini. 7 arresti, 147.000 accessori sequestrati. Andrea Calistri: “Un incalcolabile danno d’immagine”.

GLI ALTRI SERVIZI
L’importanza delle parole
Wineleather appartiene già al passato. Dopo l’intervento di UNIC, i produttori della sedicente “pelle dal vino” rinunciano al proprio nome.
Il tempo per Londra
Studiare e studiarsi. LP London (Ham Yard Hotel, 11 luglio) apre la marcia della moda inglese verso l’invernale 2018/2019. Per le concerie esserci è un vantaggio competitivo. Back in Europe: il reshoring britannico continua.
Bene, non benissimo
Qualcosa non funziona nel sistema fieristico berlinese? All’ultima edizione della Fashion Week, le varie rassegne non hanno esaltato (come in passato): “Troppe chiacchiere…”. E già si ipotizza un cambio di date. Colonia, Francoforte: morta una fiera se ne fa un’altra.
Prezzo e outsourcing
Tre fiere, tre occasioni per capire in che modo si stanno evolvendo gli equilibri produttivi e commerciali asiatici. A Tokyo e Seoul la scarpa italiana ha l’ennesima conferma del suo gradimento, ma scopre che il mercato non vuole solo lusso, mentre è (fin troppo) attento al prezzo. A Ho-Chi-Minh City, invece, l’area pelle internazionale ha tentato di capire su quali binari si muoverà la produzione vietnamita, sempre più forte all’estero, ancora ai margini in casa propria. Il Vietnam e ASSOMAC.
CALL TO 4.0 Artigianato evoluto
Così chiamano, da Tigamaro, il loro approccio organizzativo e produttivo alla pelletteria. Formazione e wi-fi (che connette ogni operatore). LEAN production per ottimizzare il lavoro, l’interconnessione e le stampanti 3D per facilitarlo. Benvenuti nel futuro.
La ricetta Di Bianco
Produzione e materiali 100% italiani. Proprietà e creatività canadese. Mercato di riferimento, gli stati uniti. Iniziamo dal caso delle calzature Di Bianco un viaggio tra i brand di nicchia dell’area pelle che basano il loro successo sull’essere made in Italy.
Che il nuovo avanzi
Il Brenta all’epoca della sneaker: “La scarpa in pelle non scomparirà, ma dobbiamo organizzarci” e accettare di soddisfare “Un nuovo modo di vivere e calzare”. Porte aperte ai giovani. 20 milioni di paia, 2 miliardi di euro.
Conoscere, innovare
AICC punta tutto sulla formazione. E la filiera della pelle si unisce nello sforzo.
Comprare falsi: l”85% non riconosce gli originali
L’indagine non è nuova, ma vale la pena riprenderla. Risale a circa un anno fa, ma difficilmente le sue percentuali saranno cambiate. Parliamo di contraffazione, ma dal punto di vista dell’acquisto. A realizzarla Nielsen per conto di Vestiaire Collective, marketplace online che ha siglato sia la Charte de Lutte contre la contrefaçon  sur Internet, sia la Carta Italia, documento omologo nazionale.

LE RUBRICHE
Il caso della settimanaLe concerie e le acquisizioni
Ipse dixitFinanza globale? Macchè! Il mio brand è familiare
Pop Up
99 dollari di stile per Pippa
Yesterday is Here
Tratto da LaConceria 20 luglio 1907
Agenda Fieristica –
Il calendario delle fiere, da luglio a inizio ottobre
Tra le righe
JBS dice addio ad Alpargatas e incassa 1 miliardo. Il couros rassicura: “Tutto ok”
Punto di domanda
Il Kenya ci ripensa?
Dietrofront indiano
Divieto rimosso (per ora)
Ricerca –
PEFCR, la carne se ne va – In collaborazione con Lineapelle | Dipartimento Ambiente e Sosteniblità
La situazione e i prezzi in Italia e nel Mondo

 

 



 

 

 

 

 

 

 

 

Share.

Comments are closed.

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso