Automotive, Faurecia nel primo trimestre vola (+9,3%), GST invita i designer a credere nella pelle: “Più sostenibile del sintetico”

Faurecia festeggia. Il gruppo francese della componentistica per automobili nel primo trimestre del 2018 ha visto le vendite crescere del 9,3% (4,3 miliardi), con performance positive in tutte le regioni e in tutte le divisioni. Il comparto Seating, da cui proviene il 42% del turnover, nel periodo è aumentato del 7,5% su base annua, toccando gli 1,8 miliardi di euro di giro d’affari. Il fatturato ha vissuto performance in doppia cifra in tutte le regioni, tranne il Nord America, dove invece ha ceduto il 9%. GST Autoleather, invece, invita alla ragionevolezza. Florian Schrey, vicepresidente dell’azienda di recente passata di mano, dal palco del Lectra Automotive Leather Conference di Bordeaux ha riconosciuto che i materiali plastici “sono di semplice impiego”, mentre “lo stile di vita vegano è sempre più attraente per molte persone”. Il manager, riporta Leatherbiz, ha però invitato i designer a considerare che, in fatto di sostenibilità, durevolezza e qualità del prodotto, i pellami non hanno concorrenza.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati