Lamborghini, Bugatti e Ducati sono ai margini dei piani di VW

Lamborghini, Bugatti and Ducati are on the edge as to VW plans

Per il primo marchio ci sarebbe in programma l’IPO, mentre per il secondo la cessione. Anche il terzo pare destinato a finire ai margini delle strategie del gruppo Volkswagen. Per Lamborghini, Bugatti e Ducati il futuro non parla più tedesco. A Wolfsburg, spiega Reuters, l’intenzione è di concentrarsi sulla produzione di auto elettriche su larga scala. I marchi del lusso e dello sport devono seguire, dunque, percorsi autonomi per finanziare la stessa transizione.

Lamborghini, Bugatti e Ducati

I vertici VW, dicevamo, sarebbero intenzionati a organizzare l’approdo di Lamborghini in Borsa. Se il piano andasse in porto, i tedeschi conserverebbero una quota del marchio italiano tramite Audi, che fa parte dello stesso gruppo. I tedeschi non hanno fretta. Prevedono di arrivare al risultato in cinque anni e presenteranno a novembre il programma industriale per la casa automobilistica. Anche per Lamborghini si prevede la transizione verso l’alimentazione elettrica: l’IPO, spiegano fonti Reuters, sarebbe un modo per trovare i fondi necessari.

 

 

E le altre

Da settimane, invece, si rincorre il rumor dell’imminente cessione di Bugatti. Secondo il magazine tedesco Manager Magazin, il gruppo Volkswagen starebbe discutendo la vendita a Rimac, marchio croato delle supercar elettriche. Anzi, l’accordo sarebbe già stato raggiunto e approvato, ma attende il completamento dell’iter per potersi dire concluso. L’operazione consentirebbe a Bugatti di rimanere in famiglia, per così dire: il gruppo VW ha, tramite Porsche, una quota del 15,5% della stessa Rimac. È ancora da scrivere la strategia per Ducati: gli osservatori non sarebbero sorpresi se anche il brand emiliano finisse sul mercato.

 

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati