Amici per la Scarpa, Paola Rattazzi vince la Scarpetta d’Oro

Amici per la Scarpa, Paola Rattazzi vince la Scarpetta d’Oro

Con l’opera Amici per la Scarpa, Paola Rattazzi vince l’edizione numero 24 del concorso Scarpetta d’Oro. L’illustratrice di Cuneo si è aggiudicata il premio messo in palio da ACRIB, con il contributo della Regione Veneto. Il concorso è organizzato dal Consorzio Maestri Calzaturieri del Brenta, in collaborazione con Politecnico Calzaturiero e Assocalzaturifici.

I partecipanti

157 le opere iscritte al concorso, realizzate da disegnatori professionisti provenienti dall’Italia e dall’estero. 34 le classi che si sono sfidate nella sezione di scrittura e composizione creativa riservata alle scuole.

I premiati

La vincitrice, Paola Rattazzi, è laureata all’Istituto Superiore delle Industrie Artistiche di Urbino. Ha lavorato nella grafica pubblicitaria per oltre 15 anni. Quindi, dal 2011, ha deciso di dedicarsi esclusivamente alla pittura. Prima di realizzare Amici per la Scarpa e di partecipare a Scarpetta d’Oro, da dicembre 2018 a febbraio 2019, ha esposto per Ema Art Club a Londra. Al secondo posto si è classificata l’opera Un Regalo per Te di Rossella Tauro. Terza posizione per Tutta un’Altra Storia di Lilia Migliorisi. A Lorella Alessandria, autrice dell’opera Ti senti allo Stretto?, è andato il Premio Fondazione Ernesto Esposito.

Il commento di Siro Badon

“L’industria della scarpa ha dato molto a questo territorio, portando benessere e occupazione – commenta Siro Badon, presidente Assocalzaturifici –. Iniziative come Scarpetta d’Oro servono anche a dare dignità al mestiere del calzaturiere. Una figura che, forse, nell’immaginario collettivo appartiene al passato”.

La crescita di Scarpetta d’Oro

“Scarpetta d’Oro sta crescendo in modo straordinario – sottolinea Silvia Bolla, vicepresidente di Confindustria Venezia Area Metropolitana di Venezia e Rovigo–. Il numero degli illustratori iscritti al concorso è aumentato del 30% in un anno –. Nel frattempo, si rafforza il suo radicamento nel territorio, grazie al coinvolgimento degli studenti e delle famiglie. Capitale di inestimabile valore che dobbiamo continuare a coltivare, anche attraverso iniziative lungimiranti e di valore come Scarpetta d’Oro”.

 

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati