Blahnik chiude a New York, addio alla boutique di Sex and the City

Blahnik chiude a New York, addio alla boutique di Sex and the City

L’esatto motivo ancora non è noto. Ma nel frattempo resta la certezza. Manolo Blahnik chiude a New York e dice addio alla boutique di Sex and the City. Il serial, infatti, rafforzò l’identità dello store come luogo di culto per le shoes addicted di tutto il mondo.

E tante grazie a tutti
“Grazie per essere stati clienti fantastici negli ultimi 38 anni“. Così recita il cartello affisso sulla vetrina del negozio sulla 54ma strada a New York, nei pressi del Museum of Modern Art. Non è ancora chiaro il perché Blahnik chiuda a New York la sua storica boutique. Diverse testate americane ipotizzano che ci sia una correlazione con la fine dello storico rapporto tra la griffe calzaturiera e i suoi partner americani: George Malkemus e Anthony Yurgaitis, rispettivamente presidente e vicepresidente di Manolo Blahnik USA.

L’ipotesi
Secondo quanto scrive il New York Post, attraverso una società a responsabilità limitata, George Malkemus e Anthony Yurgaitis sono i proprietari dell’edificio della West 54th St. dove è ubicata la boutique Blahnik. E a fine anno scadrà il contratto di licenza, non più rinnovato, tra la casa made e Manolo Blahnik USA.

Nuove opportunità
Carla Filmer
, Chief Marketing Officer di Manolo Blahnik, ha dichiarato alla stessa testata newyorkese che “stiamo cercando nuove opportunità di vendita al dettaglio in tutto il Nord America. Non vediamo l’ora di annunciare presto una nuova eccitante posizione indipendente”. Nel frattempo, le creazioni Manolo Blahnik sono (comunque) presenti a New York in alcuni store di fascia alta. Per esempio, Bergdorf Goodman, Saks Fifth Avenue e Neiman Marcus. (mv)

Leggi anche:

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati