Brasile, nel 2019 l’export di scarpe cresce, ma non quanto atteso

Brasile, nel 2019 l’export di scarpe cresce, ma non quanto atteso

Negli 11 mesi del 2019 l’export di scarpe cresce. Giova al Brasile la guerra commerciale tra USA e Cina. Ma l’industria calzaturiera verde-oro non può essere del tutto soddisfatta.

L’export di scarpe cresce
I dati di Abicalçados, l’associazione di riferimento, mostrano che tra gennaio e novembre sono 104,2 milioni (+3,8%) le paia vendute all’estero. Il fatturato, dunque, ammonta a 886,3 milioni di dollari, cioè lo 0,9% in più su base annua.

Effetto cinese
L’amministratore delegato di Abicalçados, Haroldo Ferreira, spiega che il risultato è influenzato principalmente dalla guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina. Non solo: anche dal rallentamento dell’economia internazionale e dalla crisi argentina. Abicalçados a inizio anno prevedeva un aumento più significativo. “A causa dell’instabilità nell’economia mondiale, ciò non è accaduto” constata ora Ferreira.

L’import
Anche le importazioni di calzature sono in crescita. Tra gennaio e novembre, 26 milioni di paia sono entrate in Brasile, per una spesa di 345,16 milioni di dollari. I risultati rappresentano una variazione rispettivamente del +3,5% e del +5,2%. Buona performance dell’Italia, che ha incrementato le vendite in Brasile del 20,8% in volume e del 21,2% in valore. (mv)

Foto da Abicalçados

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati