Dr. Martens cambia passo: co-lab con Raf Simons, nuovi manager

Dr. Martens cambia passo: co-lab con Raf Simons, nuovi manager

L’attesa è legata a un duplice dubbio: se e quando il marchio britannico passerà di mano. Nel frattempo, Dr. Martens cambia passo, quasi avesse avviato una strategia propedeutica al possibile cambio di proprietà. Primo: rafforza il management. Secondo: accelera il rilascio di prodotti speciali, sviluppati in virtù di nuove collaborazioni. Per esempio, quella con Raf Simons, neo co-direttore creativo di Prada.

Manager

Dr. Martens è in vendita, si sa. Nel frattempo, il suo attuale proprietario, il fondo Permira, ha nominato Lorenzo Moretti nuovo CEO per l’area EMEA. Il manager era entrato in azienda nel 2018. “Dr. Martens è un marchio così forte e iconico e ricordo con orgoglio il mio primo paio” ha affermato Moretti (fonte MF Fashion). “Sono un grande ammiratore di tutto ciò che rappresenta. Sono felice di unirmi in un momento così emozionante a un marchio che continua a crescere attraverso clienti e mercati nuovi”.

 

 

Co-lab

Per celebrare il 60° anniversario del modello 1460, il marchio ha commissionato a 12 brand, label e designer di reinventare l’iconico stivaletto. Obiettivo: offrire continue novità ai clienti, in linea con le strategie adottate da molti altri brand calzaturieri e non. Dr. Martens cambia passo, dunque, sotto il profilo dello sviluppo di un certo tipo di collezioni.  Così, se a gennaio 2020 c’è stata la collaborazione con i giapponesi di A Bathing Ape (BAPE), a febbraio è arrivata quella con Raf Simons. Il designer belga ha realizzato un modello con pelle liscia e lo ha abbellito con anelli di nichel stile punk abbinati al logo in rilievo Dr. Martens x Raf Simons. (mv)

Immagine tratta da drmartens.com

Leggi anche:

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati