Ma anche le confezioni di patatine sono calzature di lusso? Nello sfottò social di McDonald’s la “mania” di Balenciaga

A furia di trasformare in lusso quello che prima lusso non era, si rischia (prima o poi) di finire presi in giro da qualcuno. È quanto è capitato a Balenciaga, vera regina nella nobilitazione di oggetti di uso comune (vi ricordate il bracciale a scatto? e l’elastico per capelli da 225 dollari). Ecco, la griffe del gruppo Kering ha portato sul mercato un paio di babouche alla marocchina in pelle rossa, suola nera e punta squadrata: a differenza delle calzature originali, che nei suk si vendono per l’equivalente di pochi euro, il prezzo di quelle Balenciaga è superiore ai 500 euro. Se davvero nel fashion vale tutto, nell’ufficio comunicazione di McDonald’s Svezia hanno pensato che anche le confezioni per le patatine fritte se infilate ai piedi (speriamo puliti) diventano roba d’alta moda. Il Social Media Manager è abbastanza furbo da evitare di ingaggiare polemiche, ma si limita, a suon di hashtag come #FashionWeek e #TrendSetter, a promettere ai follower di produrre la collezione una volta raggiunti i 103.042 like, non uno di più, non uno di meno. L’occasione di polemica è tolta, dicevamo, ma lo sfottò è evidente: come scrive la testata francese mouv.fr, è “una trollata magnifica”.

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati