Quali e quante scarpe comprano gli italiani, secondo Eurispes

Quali e quante scarpe comprano gli italiani, secondo Eurispes

Un terzo degli italiani le acquista ogni tre mesi. Un terzo ogni sei. Più di un italiano su due è disposto a spendere oltre 100 euro a modello. L’importante è che sia comodo. Parliamo di quali e quante scarpe comprano gli italiani, secondo una mappa tracciata da Eurispes.

La ricerca

Eurispes lo scorso settembre ha condotto una indagine su un campione rappresentativo di 579 consumatori italiani. Ne ha analizzato il comportamento di acquisto e una più “sommaria” conoscenza del prodotto. Questi sono i risultati.

La frequenza di acquisto

Il 37% acquista un nuovo paio di calzature ogni tre mesi e il 32,3% ogni sei mesi. Il 12,3% lo fa una volta al mese e solo il 3,6% più volte in un mese. Poco più di uno su dieci (11,7%) acquista scarpe una volta l’anno e il 3,1% ancora più raramente.

Cosa si compra?

Le donne preferiscono i tacchi, con una media superiore a 3 paia per intervistata. Gli uomini le sneaker, con 3 paia di media.

Quando scatta l’acquisto?

Per oltre otto consumatori su dieci (83,1%), il fattore fondamentale è la comodità. Per il 72,9% il rapporto qualità/prezzo. Per il 36,3% è importante puntare su uno stile riconoscibile legato al made in Italy. Il 36% richiede informazioni sulla qualità delle materie prime. Il 37,5% ritiene di essere influenzato dai social e il 34,9% cerca le scarpe sul web prima di acquistarle.

Web contro negozio

Il consumatore cerca le scarpe sul web per valutarle esteticamente. Poi, però, preferisce provarle in negozio. Il 74,6% del campione, infatti, vuole toccare con mano il prodotto in negozio. Il 41,6% le acquista dopo averle viste ai piedi di amici, parenti e conoscenti.

Il prezzo

Il 46% del campione è disposto a spendere fino a un massimo di 100 euro al paio. Ma, perlomeno, il 54% dichiara di non averne problemi a investirne più di 100 euro. Solo il 9,7% arriva a 250 euro, che potrebbe essere il prezzo di un paio di calzature made in Italy. Però, l’82% si dice disposto a pagare un prezzo “abbastanza o poco superiore” per scarpe italiane, rispetto a modelli che non lo sono. (mv)

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati