Roma, A Piede Libero con i sandali favorisce l’inclusione sociale

Roma, A Piede Libero con i sandali favorisce l'inclusione sociale

L’inclusione sociale può passare anche da un paio di sandali in cuoio. L’associazione Semi di Libertà Onlus di Roma ha lanciato l’iniziativa A Piede Libero per offrire un’opportunità a persone in esecuzione penale. Fondamentale sarà la figura di Giammarco Marzi, artigiano con oltre trent’anni di attività nel settore. Marzi insegnerà un mestiere a un gruppo di persone che ha scontato o sta scontando una pena.

A Piede Libero

Il progetto prevede la formazione e la produzione dei tipici sandali capresi. Sono calzature leggere confezionate a mano. I materiali sono 100% made in Italy. A partire dal cuoio che proviene dalla toscana ed è certificato. I sandali saranno prodotti in molte varianti, tutte riconducibili a due tipologie principali. Una è il modello classico come i T-Kelly, schiava romana, delizioso e mezzoragno. L’altra è il gioiello, quindi con fascia anello, cavigliera e decorazioni.

Il crowdfunding

L’associazione ha lanciato una raccolta fondi online per sostenere il progetto. Attraverso il crowdfunding si ordinano i propri sandali, cui è possibile accompagnare anche degli accessori. L’offerta varia da un minimo di 10 euro, per chi desidera semplicemente sostenere il progetto, a un massimo di 250 euro che include un paio di sandali, un grembiule e una giornata di lavoro nel laboratorio di Roma per conoscere i partecipanti. In mezzo molte altre possibilità in base al modello di sandalo preferito. Chi deciderà di personalizzare le proprie calzature sarà contattato telefonicamente per decidere la decorazione. L’obiettivo della raccolta fondi è stato fissato a 11.000 euro.

 

 

La guida

A guidare i partecipanti al progetto sarà Giammarco Marzi, dicevamo. L’artigiano è stato anche docente in un percorso formativo per donne vittime di tratta con la Cooperativa Sociale Eurisa ed ha avuto una esperienza di reclusione presso la Casa Circondariale di Regina Coeli a Roma. L’obiettivo finale è quello di avviare una produzione di sandali fatti interamente a mano, offrendo così un futuro lavorativo a chi si trova in stato di esecuzione penale. Marzi sarà affiancato dalla psicologa Elisabetta Di Girolamo che aiuterà i partecipanti a costruire un percorso di sviluppo professionale e di vita. (art)

 

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati