Latina, un corso di pelletteria per donne vittime di violenza

Latina, un corso di pelletteria per donne vittime di violenza

Un corso di pelletteria e leather design per donne vittime di violenza. A Latina il progetto La.b – L’altra Pelle propone un percorso di inclusione che aiuti ad aumentare la propria autonomia e a ottenere competenze spendibili nel mondo del lavoro. Un riscatto sociale che passa attraverso una specificità del territorio: la pelle di bufala.

Un corso di pelletteria per donne vittime di violenza
Al termine del progetto le partecipanti avranno sviluppato le competenze necessarie alla progettazione e realizzazione di prodotti in pelle di bufala. La.b è sviluppato nell’ambito del progetto ILMA (Io Lavoro per la Mia Autonomia), promosso dal Comune di Latina. Il progetto è in partenariato con il Centro Donna Lilith ed è finanziato dal Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

 

 

Il laboratorio
Nel laboratorio si usa la pelle delle bufale, “che viene di solito scartata” spiega a ilcaffe.tv Mara De Longis, una delle due ideatrici del progetto. La.b – L’altra pelle è partito a settembre 2019 e terminerà a marzo 2020. Attualmente nel laboratorio lavorano sei donne, selezionate il Centro Donna Lilith, tra i 36 e i 57 anni. Percepiscono una borsa lavoro.

Formazione
Le sei donne sono istruite da Salvatore Nicosia di Italian Touch per quanto riguarda la parte del lavoro artigianale. Per la progettazione ci pensa lo studio di design Sand&Birch Design. La pelle di bufala destinata in discarica diventa così un complemento d’arredo. I prodotti realizzati verranno presentati al FuoriSalone del Mobile di Milano in programma ad aprile 2020. (mv)

 

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati