Young Leather Scientist Awards 2020: ecco chi ha vinto

Young Leather Scientist Awards 2020: ecco chi ha vinto

Annunciati i vincitori dello Young Leather Scientist Awards 2020. Il Comitato Esecutivo di IULTCS (International Union of Leather Technlogists and Chemists Societies) ha reso noti i nomi dei ricercatori che hanno conquistato il premio assegnato per “lo studio di nuove tecnologie per la lavorazione della pelle”. Tre i riconoscimenti. Il primo per “la ricerca di base”, il secondo per “lo studio di nuovi macchinari e attrezzature”, il terzo per “il miglior lavoro nella categoria Sostenibilità e Tutela Ambientale”. Michael Meyer, presidente IUR (International Union of Research Commission), ha evidenziato che “il nostro concorso sta diventando sempre più importante. Nel suo sesto anno siamo felici di ricevere molte proposte ambiziose, di avanzare con idee innovative e tecnologie sostenibili”.

Young Leather Scientist Awards 2020

Il premio da 1.500 euro è andato a Megha Mehta, ricercatrice di LASRA (New Zealand Leather and Shoe Research Association). Progetto: “Indagare sulle differenze strutturali di pelli e pellami in tutte le diverse fasi di lavorazione”. Principale obiettivo: l’utilizzo di due tecniche non distruttive (Raman e Spettroscopia ATR-FTIR) per studiare i profili strutturali delle pelli durante le fasi della lavorazione. In altre parole, ciò consentirà di indagare i cambiamenti che si verificano nella microstruttura del materiale.

 

 

Nuovi macchinari e attrezzature
Il premio da 1.000 euro messo in palio da Erretre è andato a Nilay Ork Efendioglu, ricercatrice del Dipartimento di Ingegneria della Pelle di Ege Üniversitesi di Smirne (Turchia). Progetto: “Determinazione delle proprietà della pelle richieste per programmi di simulazione 3D e ottenere visualizzazioni realistiche”. Obiettivo: applicare o adattare le caratteristiche della pelle a visualizzazione 3D e programmi di simulazione. Per esempio, grazie a questa ricerca si potrà definire un percorso per la creazione di un database dei diversi tipi di pelle per la simulazione in 3D nella fase di sviluppo dei prodotti.

Sostenibilità e Tutela Ambientale

Il premio da 1.000 euro promosso da Leather Naturally è andato a Wenkai Zhang, anch’egli ricercatore di LASRA. Il titolo del suo progetto è “Il destino dei biocidi utilizzati nell’industria della pelle e il loro impatto ambientale”. In altre parole, indagare il destino dei biocidi utilizzati nell’industria della pelle e sui loro prodotti di degradazione.

Nella foto, la vincitrice del concorso, Megha Mehta

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati