Barberino del Mugello: sequestrato capannone-dormitorio

Barberino del Mugello: sequestrato capannone-dormitorio

Un capannone che la sera diventava dormitorio. Otto lavoratori in nero, di cui 7 clandestini. È quanto ha portato alla luce un’operazione del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Firenze. I militari sono entrati in azione a Barberino del Mugello individuando due laboratori artigianali dedicati alla realizzazione di minuteria per la pelletteria.

Le irregolarità

Secondo quanto rilevato dalla GdF, uno dei due laboratori si trovava all’interno di un capannone apparentemente inutilizzato. Alle finestre, infatti, erano collocati pesanti tendaggi. All’interno delle due aziende i militari hanno rilevato “l’utilizzo di manodopera ritenuta irregolare”per la quasi totalità composta da “soggetti irregolarmente presenti sul territorio italiano”. Tutti gli operai e i 2 responsabili delle imprese sarebbero di nazionalità cinese. All’interno di una delle strutture è emerso un piccolo vano con pareti in cartongesso. Secondo i militari si tratterebbe di una sorta di alloggio in cui gli operai dormivano la notte. In alcuni casi con materassi gettati direttamente sul pavimento.

 

 

Le sanzioni

Per valutare tutte le eventuali irregolarità sono intervenuti sul posto anche i funzionari dell’ASL di Borgo San Lorenzo e gli agenti della Polizia Municipale. Il risultato dell’operazione è stato inoltre segnalato all’Ispettorato Territoriale del lavoro. Qualora dovessero essere riscontrate delle irregolarità, tra cui la responsabilità amministrativa, la sanzione potrebbe toccare i 150.000 euro. Alla cifra si aggiungerebbe la contestazione per evasione fiscale pari a 70.000 euro.

Immagini Guardia di Finanza tratte da radiosieve.it

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati