Innovazione e sostenibilità, tutto pronto per Simac Tanning Tech

Innovazione e sostenibilità, tutto pronto per Simac Tanning Tech

Innovazione e sostenibilità. Sono questi i due pilastri dell’edizione 2020 di Simac Tanning Tech, la fiera internazionale della tecnologia per calzatura, pelletteria, conceria. La nuova edizione del salone si svolgerà a Fieramilano Rho da mercoledì 19 a venerdì 21 febbraio, in concomitanza con Lineapelle. E, nel suo primo giorno, in coincidenza con la giornata di chiusura di Mipel e Micam.

Innovazione e sostenibilità

L’edizione 2020 di Simac Tanning Tech si presenta come una sorta di “piazza tecnologica” orientata all’Industria 4.0 e alle nuove metodologie organizzative, anche di filiera. “Gli associati ASSOMAC stanno lavorando da tempo, e alacremente, sul fronte sostenibilità perché si rendono conto che è questa la direzione verso cui andare”, spiega la presidente Gabriella Marchioni Bocca. “Una dimostrazione tangibile arriva anche dall’adozione della Targa Verde”. In altre parole, si tratta del percorso volontario “utile a informare il cliente finale sui parametri di efficienza e riduzione dell’impatto ambientale delle tecnologie prodotte. Proprio le macchine sono uno strumento fondamentale attraverso cui la filiera può dimostrare la propria sostenibilità”.

L’importanza della vicinanza

Questo sforzo innovativo porterà, secondo ASSOMAC, a trovare risposta ad alcuni dei più importanti quesiti che la filiera si sta ponendo in questo particolare momento storico. “Avere vicine Simac, Lineapelle, Micam e Mipel può essere di aiuto per chiarire il quadro – conclude Marchioni Bocca -. Io vedo le ragioni per essere positivi, ma certo bisogna attivarsi per coglierle. E bisogna farlo subito”.

 

 

I numeri

Simac Tanning Tech sarà ospitato dai padiglioni 14 e 18 del quartiere fieristico di Rho. Su una superficie complessiva di 18.252 metri quadrati troveranno spazio 324 aziende provenienti da 25 Paesi. Grazie alla collaborazione con ITA/ICE Agenzia, è prevista la partecipazione in fiera di 20 delegazioni, in rappresentanza dei più promettenti mercati mondiali. In collaborazione con ITA Agenzia, ASSOMAC ha allestito in fiera un Innovation Corner. “È un ambiente di open innovation, dove mostrare ai visitatori le migliori soluzioni per il manifatturiero che integrano le tecnologie di Industry 4.0”. Obiettivi: “Una maggior sostenibilità, sicurezza, efficientamento energetico e ottimizzazione degli scarti produttivi”.

Gli alberi

A proposito di innovazione e sostenibilità (soprattutto), ASSOMAC si è rivolta alla piattaforma Treedom per lanciare un progetto di “adozione a distanza” di alberi in Madagascar. “Si tratta di un’attività concreta, coinvolgente e trasparente per comunicare l’impegno dell’associazione per la sostenibilità – spiegano da ASSOMAC -. Un percorso pienamente coerente con i Sustainable Development Goals fissati dalle Nazioni Unite e in particolare con l’obiettivo 15 “. Il progetto sottoscritto da ASSOMAC prevede il finanziamento della piantumazione di 500 alberi.

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati