La risposta di Milano: le 5 fiere accolgono oltre 16.000 buyer

Milan’s response: the 5 fairs have welcomed over 16.000 buyers

Oltre 16.000 buyer hanno frequentato Fieramilano Rho nei giorni di #Strongertogether. Alla vigilia dello show della moda italiana (20-23 settembre), gli organizzatori parlavano di una prova di coraggio da parte degli enti fieristici e degli espositori. A Micam, Mipel, A New Point Of View (22-23 settembre), TheOneMilano, Homi  hanno risposto i visitatori. Affollando gli stand, “hanno creduto nella ripartenza di uno dei settori più strategici del Made in Italy – festeggiano gli organizzatori – e premiato con la loro presenza il coraggio di tutte le aziende espositrici”.

Oltre 16.000 buyer

Il 25% dei visitatori proveniva dall’estero: sono arrivati segnali positivi da Svizzera, Germania e Francia. Le presenze internazionali “dimostrano la capacità di un mercato che reagisce – spiegano gli organizzatori – ed è pronto a ripartire: hanno comprato, sebbene in misura adeguata alle difficoltà del momento”. Ai cinque eventi di Fieramilano, per la prima volta tutti insieme, si sono uniti DaTE, il salone dell’occhialeria di Firenze, e i suoi 1.000 buyer.

Ora i canali digitali

Calato il sipario sugli appuntamenti milanesi. Le fiere ora proseguono online grazie agli strumenti digitali messi a disposizione dalle manifestazioni: “Applicazioni, smart catalogue e portali di business permetteranno di proseguire i contatti senza i limiti imposti dalle restrizioni ai viaggi internazionali”. Per la presenza dei buyer stranieri gli show ringraziano il Ministero degli Affari Esteri e ICE Agenzia. Mentre i cinque partner si sentono ora forti del lavoro di una squadra “che rappresenta i pilastri portanti della manifattura italiana e dell’export”.

 

 

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati