Mipel Milano parte in fiducia e ora attende conferme

Mipel Milano parte in fiducia e ora attende conferme

L’apertura della fiera è stata positiva. Lo sono anche le sensazioni raccolte tra gli stand. Ma stiamo parlando del primo giorno di manifestazione, aspettiamo per i bilanci”. Franco Gabbrielli, presidente di Assopellettieri, può segnare un punto a favor del settore: Mipel Milano parte in fiducia. Il salone delle borse e degli accessori, in programma a Fieramilano Rho fino a mercoledì 19 febbraio, ha cominciato la sua 117esima edizione con una buona performance in termini di ingressi.

Mipel parte in fiducia
Abbiamo incontrato meno buyer dall’Asia: non solo cinesi, ma anche coreani e giapponesi. Era inevitabile”, commentano dalla toscana Pelletteria Pratesi. Ineluttabili, va da sé, sono le conseguenze dell’epidemia di Coronavirus sulla frequentazione della fiera . L’emergenza sanitaria ha fin qui condizionato, ma non stravolto, Mipel. “Sono tornati gli est-europei – continuano da Pratesi –, soprattutto russi e ucraini. Abbiamo visto anche molti nordamericani”.

 

 

Questione cinese
L’idea di una Repubblica Popolare ferma fino a data da definirsi preoccupa la pelletteria italiana. Non solo per le (ovvie) questioni di sell-out commerciale: se i primi clienti del lusso sospendono gli acquisti, le conseguenze non possono che essere negative. Ma anche per le forniture. Di minuteria metallica, ad esempio: le consegne si annunciano in ritardo, mentre l’eventuale ricostruzione della supply chain non è facile. Per ragioni di costo, in prima battuta. Ma anche di agenda: individuare un nuovo fornitore, in Europa o magari in Italia, e definire con questo il prodotto, comporta un tempo di realizzazione del prodotto finito comunque più lungo di quello già programmato.

Lavoro da fare
Mipel Milano parte in fiducia, dicevamo “Abbiamo incontrato i nostri clienti e ne abbiamo già conosciuti di nuovi”, conferma Stefano Turco, designer fondatore con la moglie Simona Sabbatini dell’omonimo marchio. La manifestazione non è ancora finita e, ora, cerca conferme.

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati