Nasce in Veneto la prima Scuola Italiana per Calzolai

Nasce in Veneto la prima Scuola Italiana per Calzolai

In Veneto nascerà la prima Scuola Italiana per Calzolai. Politecnico Calzaturiero, Confartigianato Imprese Veneto, Calzolai 2.0 e Istituto veneto per il Lavoro hanno sottoscritto un protocollo dedicato all’aggiornamento professionale di chi esercita il mestiere di calzolaio. L’obiettivo dell’accordo è creare una academy nazionale in grado di innalzare la professionalità della categoria attraverso percorsi formativi di vario livello.

La prima Scuola Italiana per Calzolai

La scuola offrirà un catalogo di corsi di aggiornamento di 8/16 ore (2 giorni) da realizzare prevalentemente nei fine settimana. I corsi riguarderanno l’anatomia del piede, lo studio dei materiali, la modelleria base e la giunteria (orlatrice di calzature). Non solo, ma anche la realizzazione di scarpe su misura uomo (lavorazione Goodyear, lavorazione Blake), l’assemblaggio ballerina, la riparazioni calzature uomo e donna (primo e secondo livello), nonché le tecniche d’incollaggio e verniciatura. Si parte dal mettere a disposizione dei calzolai in attività una serie di corsi che potrebbero introdurre nuove lavorazioni all’interno delle loro botteghe o migliorare alcuni procedimenti già conosciuti.

L’accordo

La firma del protocollo è arrivata ieri mattina nella sede del Politecnico della Riviera del Brenta. A sottoscrivere il documento sono stati il presidente di Confartigianato Imprese Veneto, Agostino Bonomo, quello del gruppo di mestiere calzolaio della federazione, Eugenio Moro, il presidente di Calzolai 2.0, Paride Geroli, il numero uno del Politecnico, Franco Ballin, e il presidente Istituto veneto per il Lavoro, Adriano Baggio.

Nessuna estinzione

“Erroneamente si guarda al calzolaio come a un mestiere in estinzione – affermano Bonomo, Moro e Geroli -. In realtà aggiornamento e innovazione sono oggi le chiavi di successo per un mestiere pronto alle sfide del futuro a cui guardano anche moltissimi giovani, che non trovano però una scuola seria dove imparare il mestiere. Il boom delle sneaker, l’usa e getta, la mancanza di remunerazione, sono in realtà i punti di forza del rilancio dei calzolai. La categoria sta vivendo una seconda giovinezza, a patto però, di avere il coraggio e le capacità per reinventarsi“.

 

 

Il commento di Ballin

“Il Politecnico Calzaturiero erede della tradizione manifatturiera della Riviera del Brenta – spiega Ballin – ha saputo aggiornare i saperi artigianali delle aziende del settore. Ha innovato le metodologie operative ed i contenuti formativi. Ha sviluppato nuovi servizi di ricerca e trasferimento tecnologico. Questa esperienza ultradecennale, la disponibilità di laboratori specialistici, il vasto parco attrezzature ed un qualificato corpo di professionisti e imprenditori direttamente coinvolti nei percorsi formativi, rendono il Politecnico Calzaturiero la sede ideale della futura Scuola Nazionale per Calzolai”.

Leggi anche:

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati