Dopo il virus, HTL International presenta istanza di fallimento

Dopo il virus, HTL International presenta istanza di fallimento

HTL International presenta istanza di fallimento. La società di Singapore che produce arredamento, come riporta straitstimes.com, sarebbe a un passo dal baratro. HTL non riuscirebbe a fronteggiare la crisi di mercato causata dall’impatto del Covid-19.

HTL International presenta istanza di fallimento

L’azienda è nata nel 1976 e oggi conta più di 5.000 dipendenti in tutto il mondo. Il sito di informazione di Singapore sostiene che la società sarebbe esposta con gli istituti di credito per 46 milioni di dollari. E proprio una banca avrebbe dato via al tracollo chiedendo il rientro completo di 7,8 milioni di dollari. Una richiesta che l’azienda non riuscirebbe a fronteggiare in questo momento. E nemmeno gli aiuti di Stato la potrebbero supportare. Il direttore Robert Chew spiega che HTL International non può ottenere i fondi pubblici di sostegno legati all’emergenza Coronavirus. Perché? Non rientrerebbe tra le categorie produttive tutelate.

Istanza di fallimento

Sempre secondo il blog asiatico, i legali della società avrebbero presentato una domanda per la gestione giudiziaria lo scorso 24 aprile. Lunedì l’Alta Corte avrebbe nominato i curatori di Deloitte & Touchee. La data dell’udienza dovrebbe essere fissata per l’inizio di giugno. Tan Wei Cheong, partner di Deloitte, ha dichiarato a The Straits Times che HTL stava affrontando “difficoltà finanziarie a breve termine” a causa di ritardi nella riscossione dei pagamenti da parte di clienti in Europa e negli Stati Uniti. “Non prevediamo un’interruzione del funzionamento del gruppo nel suo insieme – conclude -. La nostra intenzione è di trovare un modo per aiutare a ristrutturare il gruppo, per trovare un cavaliere bianco”. (art)

 

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati