Come l’oro o i futures: le Birkin di Hermès al tempo di Covid-19

Come l’oro o i futures: le Birkin di Hermès al tempo di Covid-19

Come l’oro o i futures. Pur non essendo più introvabili come una volta, le borse iconiche di Hermès, in particolare il modello Birkin, non perdono né fascino né valore. Al punto da essere equiparate a un metallo prezioso o a un prodotto finanziario. E la pandemia, in questo senso, ha contribuito, vivacizzandone “l’appetibilità” e, quindi, gli scambi. Tre i fattori. Primo: l’improvviso stop alla produzione ha messo in allarme tutti i clienti della griffe, fidelizzati (soprattutto) o meno. Secondo: c’è chi le mette in vendita per ricavare liquidità. Terzo: c’è chi le acquista come bene di investimento in grado di rivalutarsi nel tempo. E non solo.

Scontate, per la prima volta

Fino ad alcuni anni fa le Birkin di Hermès erano quasi introvabili sul mercato. Oggi, invece, grazie all’esplosione dell’online e del second hand, non è più così difficile acquistarne una. Per esempio, ha fatto scalpore la notizia che, forse per la prima volta nella storia, il sito di rivendita Last Call di Neiman Marcus abbia messo in vendita promozionale alcuni esemplari di Birkin e Kelly con sconti dal 10 al 25%. È vero che dal 2017 Hermès ha aumentato la sua capacità produttiva. Ma secondo Robert Chavez, CEO di Hermès per le Americhe, la domanda delle Birkin Platinum, ad esempio, continua ancora oggi a essere molto più elevata dell’offerta. Anche perché la griffe le vende mettendo in lista d’attesa i clienti e, spesso, dando la precedenza a VIP e “collezionisti”.

Second hand

Chi è stufo di aspettare, o non vuole mettersi in attesa, si rivolge, così, al mercato dell’usato. Su internet l’oggetto del desiderio è a distanza di pochi click. Il portale di rivendita Privé Porter ha circa 80 Platinum in vendita ogni giorno. The RealReal oltre 300, compresi alcuni modelli introvabili: Per esempio, quelli in coccodrillo e di colore rosso vivo. E, addirittura, anche StockX, portale specializzato in sneaker, ha in catalogo alcune borse Hermès.

Prestiti garantiti da una Birkin

Nonostante sia molto più semplice possederne una, il rendimento di queste borse non diminuisce. Al punto di arrivare a considerare le Birkin come l’oro o i future. Secondo il Japan Economic News, Yes Lady, società di servizi finanziari di Hong Kong, a inizio marzo ha lanciato prestiti garantiti da borse di lusso. La stessa società ha rivelato che alcuni clienti con la necessità di avere liquidità sono riusciti a ottenere prestiti fino 120.000 euro dando in garanzia 5 borse griffate. Un’altra strada, più diretta, per incassare cash è la vendita a intermediari. Milan Station, una piattaforma di beni di lusso di seconda mano, ha dichiarato che, nel solo mese di marzo 2020 ha acquistato 10 borse Hermès in coccodrillo, ognuna del valore di circa 35.000 euro. (mv)

Immagini tratte da birkin.com

Leggi anche:

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati