La grande ascesa di Dior, che sfila a Lecce e resiste a CRV

La grande ascesa di Dior, che sfila a Lecce e resiste a CRV

Quarantacinque modelle in Piazza Duomo. Sfileranno oggi, 22 luglio 2020, a Lecce. E presenteranno la collezione Cruise 2021 di Dior. La griffe francese arriva in Italia per la prima volta e in un momento di grande ascesa. Merito dei notevoli investimenti di LVMH. Ma anche della managerialità (sempre italiana) del CEO, Pietro Beccari. Senza dimenticare le intuizioni dei suoi direttori creativi Kim Jones e Maria Grazia Chiuri. Un’ascesa che, alla luce della strategia finanziaria di LVMH (cioè: non comunicare i fatturati dei singoli brand di proprietà), è quantificata dagli analisti Morgan Stanley.

La grande ascesa di Dior

Il ritorno della Saddle Bag. Il successo di alcune altre borse. Per esempio: la Lady Dior o la Book Tote. La crescente domanda di sneaker. Esemplificata, quest’ultima, dall’incredibile hype generato dalla rilettura (in pelle italiana) delle Air Jordan 1. Partendo da queste “basi”, Dior ha compiuto un deciso salto in alto nei ricavi e nella redditività. Lo stimano gli analisti di Morgan Stanley (citati da Business of Fashion). In altre parole, le vendite della maison francese sono aumentate del 24% nel 2019, arrivando a 6,6 miliardi di euro.

Il minor danno di CRV

Nella galassia LVMH comanda Louis Vuitton con un fatturato di circa 12,7 miliardi di euro. Ma mentre tutto il lusso, LV compreso, denuncia cali dovuti a CRV compresi tra il 20 e il 35%, Dior dovrebbe aver contenuto i danni. Gli analisti Morgan Stanley, infatti, valutano che nel 2020 dovrebbe perdere non oltre il 14%. Anche la redditività della griffe è aumentata costantemente negli ultimi anni. Il margine EBIT è passato da 12,3% del 2017 a 18,4% nel 2019. “Il marchio ha acquisito lo status di megabrand del lusso”, commentano Stanley Edouard Aubin ed Elena Mariani di Morgan Stanley. Il che gli ha permesso “di beneficiare di un circolo virtuoso di investimenti e di una crescita superiore alla media del settore”.

 

 

Regalo alla Puglia

All’interno di questo circolo virtuoso, oggi Maria Grazia Chiuri fa un regalo alla sua terra natia: la Puglia. Originaria di Tricase (Lecce), Chiuri non solo ha organizzato la sfilata (a porte chiuse, a parte staff e addetti ai lavori) a Lecce. Ha anche reso omaggio all’arte e all’artigianato pugliese. La collezione, ricorda Fashion Network, sfilerà in diretta stasera, 22 luglio 2020, a partire dalle 20.45 sul sito e sui canali social Dior. I prodotti saranno in boutique il prossimo Natale. (mv)

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati