Richemont perde 1,747 miliardi nel trimestre, KO gli accessori

Richemont lose 1.747 billion euros in the quarter, accessories go KO

Richemont paga dazio alla pandemia per 1,747 miliardi di euro. Tale è la differenza di fatturato realizzato tra il primo trimestre fiscale 2020 (aprile/giugno) e lo stesso periodo del 2019. Ciò corrisponde a un calo del 47% sia a cambi attuali che costanti. La divisione peggiore è quella Fashion & Accessories che perde il 59%. In Cina le vendite sono cresciute del 47%, grazie anche all’e-commerce.

1,747 miliardi di euro in meno

Il colosso svizzero del lusso ha visto quasi dimezzate le sue vendite durante i primi tre mesi dell’esercizio 2020-2021. Lasciando per strada 1,747 miliardi di euro, gli svizzeri hanno incassato 1,993 miliardi di euro: -47%. Gli analisti citati da zonebourse.com prevedevano un calo minore tra il 33 e il 40%.

 

 

Mondo e web

A livello geografico e a cambi costanti, il Giappone registra un calo delle vendite del 64%. Invece America ed Europa vanno sotto, rispettivamente del 61 e del 59%. L’Asia perde “solo” il 29% grazie alla performance della Cina, le cui vendite sono salite del 47%, compreso il botto a tre cifre percentuali dell’online a Pechino. In totale, però, le vendite digitali cedono il 22%. Nella comunicazione dei risultati non vengono indicate le previsioni dei prossimi trimestri. (mv)

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati