Salvatore Ferragamo, subito un CFO per bloccare la caduta in Borsa (e dare forza al nuovo corso)

Ferragamo nomina Alessandro Corsi come nuovo CFO e il titolo inizia la seduta in rialzo e in controtendenza rispetto al settore. La maison fiorentina del lusso è tenuta sotto stretta osservazione sia per il suo andamento non brillantissimo che per le voci di una possibile cessione da parte della famiglia. Rumor che ormai circolano da tempo e che hanno ripreso vigore dopo le dimissioni di Ugo Giorcelli, che mercoledì ha lasciato l’incarico di CFO. Dimissioni che forse sono una stroncatura, visto che secondo alcuni osservatori sarebbero state una mossa del nuovo ceo Micaela Le Divelec Lemmi, che così può arruolare una persona di sua fiducia ne management e segnare un ulteriore segno di allontanamento dalla precedente amministrazione. Motivazioni a parte, il titolo di Ferragamo ha perso circa il 10% nelle ultime due sedute e probabilmente proprio per mettere a tacere le voci di un’acquisizione e per fermare il ribasso, l’azienda ha comunicato ieri sera la nomina del nuovo CFO a partire dal prossimo 11 gennaio 2019. Come evidenza Borsa Italiana per ora gli analisti confermano i propri giudizi: Bloomberg ha raccolto 14 pareri che optano per il rating di Hold (mantenerlo in portafoglio) e 11 che invece consigliano Sell (titolo da vendere). (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati