Nuova Zelanda: l’allevamento di cervi è “roba da giovani”

Nuova Zelanda: l’allevamento di cervi è “roba da giovani”

L’allevamento di cervi della Nuova Zelanda è “roba da giovani”. Anche per il 2020, infatti, Deer Industry New Zealand e New Zealand Deer Farmers Association hanno finanziato un tour per studenti alla scoperta della filiera legata all’allevamento di questo animale. Tra i giovanissimi che hanno seguito questo viaggio nel mondo dei cervi, una di loro sembra essere seriamente intenzionata a legare a essi il proprio futuro.

Roba da giovani

Il tour si è svolto all’inizio del mese di agosto. Nel corso del 2019 sono state raccolte circa 20 richieste di partecipazione da tutta la Nuova Zelanda: 5 gli studenti selezionati. Hanno visitato la sede centrale di Deer Industry New Zealand a Wellington, un macello e un laboratorio di confezionamento a Feilding. E, anche, un allevamento a Taihape infine una ditta che commercializza carne di cervo. Infine; sono entrati in una conceria specializzata nel recupero e nel trattamento di queste pelli, con sede nella regione di Hawke’s Bay.

Il futuro della filiera

“Sono cresciuta a Te Anau, dove, anche se si allevano cervi e ho lavorato nelle fattorie, questi animali rappresentano una novità per me. Ho sempre saputo che volevo lavorare con gli animali e questo mi ha portato ad avvicinarmi al mondo agricolo” racconta Erika Johnstone a odt.co.nz. La studentessa 19enne sta frequentando un corso sull’Agricoltura di Campagna presso il Central Campus Otago Polytechnic, a Cromwell. Al termine del corso, a novembre 2020, lavorerà per un paio di settimane in un allevamento di vitelli a Tarras, successivamente cercherà un impiego. “Prenderei in considerazione l’idea di andare a lavorare con i cervi – conclude Johnstone -: non avevo pensato di farlo prima di questa esperienza”.

Immagine tratta da deernz.org

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati