Escada presenta istanza di fallimento, ma sa come ripartire

Escada files for bankruptcy while gearing up for recovery

Il marchio di moda Escada presenta istanza di fallimento nella sua sede originaria in Germania. Escada SE si è rivolta al tribunale di Monaco. Il marchio di lusso da donna, che produce scarpe e borse in pelle in Italia, sostiene di voler proseguire le attività in Germania e ha piani di sviluppo nelle altre filiali. La società aveva dichiarato il fallimento in Germania anche nel 2009.

Istanza di fallimento

Il procedimento di insolvenza riguarda solo Escada SE e non le altre controllate del gruppo Escada, ha precisato la società in una nota. Il gruppo confida che questo passaggio le consentirà di proseguire le sue attività operative e completare la ristrutturazione che è già stata avviata.

Rotta verso gli USA

Secondo WWD, la maggior parte delle attività della società tedesca sarebbe stata trasferita ad una holding negli Stati Uniti. Altre operazioni europee, invece, in Inghilterra. Ma un portavoce della società ha riferito alla stessa testata che Escada non ha intenzione di spostare le operazioni chiave (vendita all’ingrosso, produzione e operazioni relative al retail) lontano da Monaco di Baviera.

I piani

L’istanza di insolvenza avrà una ricaduta sui 180 dipendenti che lavorano negli uffici dell’azienda e negli otto negozi tedeschi, scrive Fashion United. Escada SE ha come priorità la possibilità di continuare le attività operative. Il marchio, fondato nel 1978 da Margaretha e Wolfgang Ley, è passato di mano nel novembre scorso con l’acquisizione compiuta da parte di Regent LP, private equity con sede a Los Angeles di proprietà e gestione di Michael Reinstein. (mv)

Immagini tratte da escada.com

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati