Un antidoto c’è: la creatività. La moda vede spiragli di stile

La moda vede spiragli di stile

Negli stand di A New Point of View, per cominciare. Ma anche in quelli di Micam, Mipel e TheOneMilano. È qui che la filiera della moda ha visto gli “spiragli di stile”. Nell’anno più complesso della sua storia recente, quando il coronavirus si è abbattuto su uno scenario di mercato già complesso, la creatività può trasformarsi nell’antidoto contro la crisi. Una “luce improvvisa” come la definiamo sul numero 10 de La Conceria, per rischiarare un percorso che si annuncia ancora lungo e travagliato.

Spiragli di stile

Il magazine, dunque, offre una panoramica ragionata su quanto visto a Fieramilano Rho dal 20 al 23 settembre, quando le anime di Confindustria Moda hanno unito le forze per offrire a buyer e giornalisti un unico grande salone dei materiali e dei prodotti moda. La Conceria arricchisce il ragionamento con un occhio alle sfilate nelle capitali fashion, per ottenere uno sguardo trasversale che dalle collezioni primavera estate 2021 arrivi ai campionari per la stagione successiva. E rafforza la riflessione portando il caso anomalo/atipico di Birkenstock nonché il focus sul gaming: uno strumento a disposizione dei brand e, al contempo, un mondo che specularmente nutre le proprie atmosfere con la pelle.

Clicca qui per sfogliare il numero 10 de La Conceria

Qui, invece, se non sei abbonato e vuoi scoprire le nostre formule di sottoscrizione

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati