Turchia, gli addetti prevedono un 2017 nero per l’area pelle: l’export chiude a -10/-20%

Il calo dovrebbe rientrare in una forbice compresa tra il -10 e il -20% su un giro d’affari che nel 2016 si era attestato a 1,6 miliardi di dollari. L’export dell’area pelle turca si appresta a chiudere un 2017 in area ampiamente negativa. Secondo alcune impressioni di mercato raccolte da leatherbiz.com, il trend negativo sarebbe stato determinato anche da un’estate insolitamente lunga. Il prolungato caldo ha spinto concerie e siti manifatturieri ad estendere le ferie (non pagate, a quanto risulta), con crollo della produttività. E dire che il governo di Ankara ha posto un nuovo dazio sull’export di pelli wet-blue per favorire i bottali nazionali. Chissà se sarà d’aiuto.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati