USA, Dior e CHANEL all’ufficio brevetti per Saddle Bag e Lego

all'ufficio brevetti

La prima vuole registrare la forma della Saddle Bag, mentre la seconda la chiusura della borsa Lego. Dior e CHANEL sono impegnate a proteggere le proprie borse iconiche attraverso due richieste depositate di recente all’Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti (USPTO).

Dior e CHANEL

A distanza di quasi 20 anni dal lancio sul mercato, Dior ha chiesto all’ufficio brevetti di registrare la forma della Saddle Bag. La forma della borsa disegnata da John Galliano, sostengono, richiama da sola il marchio Dior. Se la domanda verrà accolta, Dior aggiungerà un proprio modello alla lista di quelli protetti negli USA. Il club annovera Birkin e Kelly di Hermès e la Baguette di Fendi. Non solo, La manovra consente al marchio di porre la sua it bag alle forme di protezione già esistenti per la stampa monogram e per il charm “D”.

La mossa della chiusura

Come racconta The Fashion Law, con una domanda depositata il 30 aprile 2020 CHANEL chiede la registrazione di brevetto per la chiusura della borsa Lego. Una chiusura, in realtà, già registrata nel novembre 2019. Un brevetto scontato, visto che la chiusura porta il logo della doppia “C”. Allora che differenza c’è con la richiesta attuale? L’ultima domanda riguarda la chiusura senza logo. Ciò vuol dire che CHANEL rivendica i diritti di un marchio che “consiste in un rettangolo orizzontale con quadrati più piccoli su ogni angolo e rettangoli verticali più piccoli su ogni lato”. L’autorizzazione alla registrazione consentirebbero a CHANEL di proteggersi anche dai produttori che vendono borse con la chiusura dello stesso design, ma senza la fatidica doppia C. (mv)

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati