Usare la pelliccia è una scelta naturale, dice Serge Brunschwig, ceo di Fendi: “Usare il petrolio per il PVC, no”

“Quando utilizziamo una parte di un animale, non stiamo facendo qualcosa di anormale, ma stiamo proseguendo una tradizione iniziata dall’umanità nella preistoria. Ciò che è nuovo e cattivo è usare petrolio per fabbricare PVC e altri materiali: qualcosa che è iniziato 50 anni fa e sta inquinando il pianeta in maniera massiccia. Se usi la pelle naturale animale non fai questo. Acquistiamo pellicce certificate e la certificazione significa protezione del benessere degli animali e non c’è crudeltà”. Sono le parole del ceo di Fendi Serge Brunschwig, in un’intervista pubblicata ieri dal South China Morning Post (nell’immagine, lo screenshot dell’articolo) che affronta la scelta no-fur intrapresa da diversi marchi di moda e da alcune metropoli. “Abbiamo a che fare con qualcosa che non è razionale” ha aggiunto Brunschwig secondo cui la vendita delle pellicce è stabile in tutto il mondo. Il ceo di Fendi, che ha affermato di non avere fretta e pressioni per la successione di Karl Lagerfeld, ha annunciato l’iniziativa Fendi Craft, mostra itinerante di opere d’arte realizzate in collaborazione con artisti di graffiti che utilizzano pellicce di vario genere. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati