Paris Fashion Week: pelle protagonista anche in digitale

Paris Fashion Week: pelle protagonista anche in digitale

Forme, presentazioni, linguaggi diversi. Con regole tutte nuove, dettate dalle misure di sicurezza anti-Covid, la prima Paris Fashion Week digitale non ha, a suo modo, deluso le aspettative. In altre parole, ogni brand presente ha saputo trovare un modo originale per mostrare al mondo le proprie collezioni maschili per l’estate 2021 e, in alcuni casi, le anticipazioni femminili. La kermesse parigina si è conclusa ieri (13 luglio 2020) e lascia la ribalta virtuale a quella milanese che inizia oggi per concludersi il 17 con la maratona live streaming di Gucci.

Paris Fashion Week

Paris Fashion Week è stata un exploit di creatività dove l’estro dei designer si è mostrato nella sua essenza: il prodotto. Senza lo sfarzo dei fashion show, senza location mozzafiato e front row, gli occhi erano tutti puntati su capi, accessori e calzature. E tra i materiali utilizzati per dare forma alla vulcanica inventiva degli stilisti la pelle si è distinta come non mai. Sì, perché la presenza dei pellami, ora che i look sono mostrati in modo immateriale (in foto e video), fa ancor più la differenza.

Loewe

Una collezione Men Spring-Summer 2021 e Women Precollection presentata in forma di archive-box (ricevuta fisicamente da un selezionatissimo gruppo di addetti ai lavori) in cui look e accessori diventano modellini 3D componibili. Con pattern completi, referenze dei tessuti, palette colori e studi sugli intrecci per permettere di valutare realisticamente i capi. Look trasformabili, interscambiabili tra maschili e femminili, come nel caso della giacca patchwork in pelle, oppure dei top intrecciati. Le trame creano volumi inediti: la pelle è tessuta come lana, oppure intrecciata come vimini (immagine al centro nella foto). L’artigianalità è raccontata nella sua elaborazione creativa.

 

 

Lanvin

Uno stile retrò dal gusto nostalgico, quello presentato da Lanvin in una palette di colori pastello molto estiva. Mantelle, tailleur e camiciette di seta sono accompagnati a un ricercato abbinamento di accessori: guanti, scarpe, cappelli a turbante, occhiali da sole. Mocassini color sabbia, piccole borsette in pelle di rettile, giacche in pelle scamosciata bicolore, rigidi bauletti e morbide clutch da portare a mano. Guanti in pelle rossa o azzurra come punte di colore su trench in pelle blu, da diva anni ’50.

Rick Owens

Best of, pezzi di archivio, rivisitazioni di capi di successo. Rick Owens ha presentato la sua collezione Spring-Summer 2021 chiamandola “Phlegethon” e raccogliendola in un mix di vecchie creazioni e sprazzi di novità. La maglieria recuperata dalla Primavera-Estate 2018 si è alternata alle canotte in maglia di pelle a doppio strato del prime one-off 2012. Una presentazione dinamica e stravagante, su vertiginosi stivali con plateau (immagine a sinistra nella foto) o biker boots in pelle lucida.

Dior Homme

Per presentare la collezione Dior Homme per la Primavera-Estate 2021, il designer Kim Jones ha tratto ispirazione dall’artista ghanese Amoako Boafo. L’energia, i colori e la vividezza dei suoi dipinti si trasferiscono sugli abiti della collezione maschile in un mix tra arte e contemporaneità. Maglioni sovrapposti tra righe e fantasie sgargianti si accostano a pantaloni e bermuda, anche in pelle (immagine a destra nella foto), spesso con una cintura-corsetto stretta in vita. Non mancano le giacche in pelle, sia corte che in modelli lunghi in marrone o nero. Ai piedi, oltre alle celebri sneaker Dior Air Jordan, anche anfibi e sandali allacciati sportivi. (mvg)

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati