1 milione di ore per gli interni: Bentley Mulsanne va in pensione

1 milione di ore per gli interni: Bentley Mulsanne va in pensione

Dopo 11 anni e 7.300 esemplari la Bentley Mulsanne va in pensione. L’ultima versione si chiama 6.75 Edition by Mulliner ed è disponibile in soli 30 esemplari. Nel 2012 i primi aggiornamenti di casa Bentley comprendevano anche un abitacolo rifinito in pelle trapuntata di diamanti. “La Mulsanne – afferma il presidente e CEO di Bentley, Adrian Hallmark – è il culmine di tutto ciò che alla Bentley abbiamo imparato durante i nostri primi 100 anni di produzione delle migliori auto di lusso al mondo”.

La Bentley Mulsanne va in pensione

L’auto prende il nome dal Mulsanne Corner del circuito di Le Mans. Qui Bentley ha vinto 6 volte la mitica 24 Ore. La Mulsanne ha debuttato sul mercato nel 2009. Ogni esemplare è stato realizzato a mano nella fabbrica di Crewe, in Inghilterra. In questi 11 anni, oltre 700 persone hanno investito quasi 3 milioni di ore nella sua realizzazione.

Un milione di ore per gli interni

In particolare, la creazione dei lussuosi interni in pelle ha richiesto complessivamente oltre un milione di ore di lavoro. In media, 137 ore per gli interni di ognuno dei 7.300 esemplari prodotti. Come si legge su automotiveworld.com, il penultimo esemplare prodotto della Mulsanne (la 6.75 Edition by Mulliner, rifinita in oro rosa su tungsteno) l’ha comprata un cliente americano. Insieme all’auto è andato in pensione anche il suo motore V8 da 6,75 litri che ha 60 anni di vita. D’ora in avanti il modello di riferimento per Bentley sarà la Flying Spur. (mv)

Immagini tratte da bentleymotors.com

 

 

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati