Jaguar Land Rover licenzia: in Inghilterra i primi 500 esuberi

Jaguar Land Rover licenzia: in Inghilterra i primi 500 esuberi

Dalle parole ai fatti. Dopo aver annunciato 4.500 esuberi a livello globale, Jaguar Land Rover conferma i tagli al personale. Il primo stabilimento su cui si abbatterà la scure è quello di Halewood, nel Merseyside, in Inghilterra.

Attivi solo di giorno
Gli esuberi calcolati per la sede di Halewood dai vertici di JLR, di proprietà dell’indiana Tata Motors, sono 500. Vale a dire circa il 10% della pianta organica, composta da quasi 4000 operai e poco meno di 500 impiegati. Come riporta The Guardian, nello stesso stabilimento sparirà anche il turno di notte. La decisione non sarebbe legata all’intenzione di ridurre i volumi di produzione, bensì all’efficientamento dell’impianto produttivo. Un pacchetto di tagli importante che rientra nel piano di riduzione dei costi per 2,5 miliardi di sterline.

Elementi esterni
La riorganizzazione del modello produttivo che Tata Motors sta introducendo nel sistema di Jaguar Land Rover avviene in un momento particolarmente delicato per il Regno Unito. C’è la guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina, con dazi imposti e poi sospesi per alcuni prodotti che tengono in stand by molte produzioni. Ma pesa anche la grande partita di Brexit. Basta questo? Assolutamente no. Come tutto il mondo dell’automotive, c’è da fare i conti anche con l’attenzione dei consumatori verso le emissioni e il rispetto dell’ambiente come pure con altri mutamenti negli usi e nei costumi. Pista che a volte è un’opportunità, altre un’insidia. (art)

Foto da Jaguar Land Rover

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati