Leather UK sgrida Autocar perché sulla pelle dà retta solo a PETA

Leather UK sgrida Autocar perché sulla pelle dà retta solo a PETA

Non certo un buon servizio al lettore. Per questo Leather UK sgrida Autocar. L’associazione inglese della concia rimprovera il magazine perché, in un approfondimento sull’impatto della cultura veg nei trend degli interni degli abitacoli, si affida solo ai pregiudizi degli animalisti radicali. “Non si citano fonti attendibili, si considerano solo le posizioni di PETA – appunta Kerry Senior, che di Leather UK è il direttore –. Il risultato è un pezzo parziale che non offre una autentica disanima sulla pelle e dell’uso che se ne fa nell’automotive”.

Gli argomenti del pezzo

Il focus di Autocar muove dal titolo “Come il veganismo sta cambiando l’industria dell’auto”. E ok. Le principali fonti, dicevamo, sono un dirigente di PETA, la conversione di Lewis Hamilton e, per avvalorare il tutto, qualche esempio recente di proposte alternative presentate dai brand. In questa cornice, il pezzo ospita dichiarazioni del tenore: “La produzione di materiali derivati dagli animali è tossica per il pianeta e crudele per gli animali” (sic!).

Leather UK sgrida Autocar

Kerry Senior, allora, chiede e ottiene diritto di rettifica. “La pelle è da lungo tempo sinonimo di lusso – argomenta –. L’auto è uno dei settori trainanti della concia e vale il 17% della produzione globale annua”. A chi osserva che la pelle sulle quattro ruote starebbe passando di moda, risponde il direttore di Leather UK che “l’impiego è in crescita: è passato dai 253 milioni di piedi quadri del 1990 ai 4 miliardi odierni”. Il nodo della questione è che la concia ha nemici, né più né meno. “Vari gruppi ci attaccano, citando studi falsi e scientificamente inaccurati – puntualizza –. Il tema più frequente è l’impatto ambientale dell’allevamento del bestiame. Ma la verità è che oltre il 90% della popolazione mondiale mangia carne e che i consumi sono in aumento. La pelle è un sottoprodotto della zootecnia, mentre la concia è la soluzione più elegante ed efficiente per gli oltre sette milioni di tonnellate di pelle prodotti ogni anno”.

Screenshot da Autocar

Leggi anche:

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati