Jbs, sei nuovi stabilimenti in Brasile

0


Presentando i dati del terzo trimestre 2012, il leader mondiale della macellazione bovina, Jbs, ha annunciato l’apertura di sei nuovi macelli in Brasile, che permetteranno alla società di aumentare la capacità produttiva di 1,2 milioni di capi l’anno.
La ragione, ha commentato Jbs, è legata essenzialmente al vantaggio competitivo della produzione bovina in Brasile rispetto agli Usa, dove controlla diversi stabilimenti e c’è domanda da parte del mercato, ma dove non conviene più investire: il costo, dall’allevamento al macello, è all’incirca la metà, complice la siccità che ha colpito quest’anno il Nord America, mandando alle stelle i prezzi del mais e dei mangimi. Inoltre, i capi allevati in America Latina ingrassano quasi esclusivamente al pascolo, nutriti a foraggio, mentre negli Stati Uniti è superiore il ricorso ai mangimi a base cereali, che espone gli allevatori alla volatilità dei prezzi di mercato del mais e degli altri prodotti destinati al bestiame.
Le vendite nel terzo trimestre sono aumentate del 24,4% a 19,4 miliardi di real, circa 7,3 miliardi di euro, per un utile di 367 milioni, in ripresa rispetto al trimestre precedente ma con una perdita di circa 67,5 milioni rispetto al terzo quarter 2011.
Share.

Comments are closed.

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso