Wolverine sotto del 15,6% nel trimestre: bene online e Saucony

Wolverine sotto del 15,6% nel trimestre: bene online e Saucony

Nel primo trimestre fiscale Saucony è il miglior marchio di Wolverine. Ma ciò non impedisce ai ricavi del gruppo USA di andare sotto del 15,6% rispetto a un anno fa. Meglio del previsto la redditività. La società USA, che si aspetta un secondo trimestre ancora più duro, ha rivoluzionato il management e sta spingendo sul canale digitale.

Sotto del 15,6%

Nel primo trimestre 2020, Wolverine World Wide Inc. ha dichiarato ricavi per 439,3 milioni di dollari, in calo del 16,1% a cambi attuali e del 15,6% a cambi costanti. Le vendite del canale e-commerce di proprietà del gruppo sono cresciute del 17,5%. Il consensus di FactSet prevedeva vendite per 455 milioni di dollari.

Meno male che c’è Saucony

Blake W. Krueger, CEO di Wolverine, come riporta Footwear News, ha lodato la performance di Saucony. Una positività “alimentata dalla combinazione tra prodotti innovativi e attenzione alle connessioni con i consumatori attraverso l’e-commerce, canale dove le vendite sono cresciute a doppia cifra. Così il marchio ha riacquistato slancio”.

Rivoluzione manageriale

Wolverine ha nominato Joelle Grunberg alla presidenza dei marchi Saucony, Keds e TheWolverine Kids Group. Chris Hufnagel, presidente di Merrell, lo sarà anche per CAT Footwear, Chaco e Hush Puppies. Tom Kennedy, presidente del marchio Wolverine, assume la stessa carica anche per Bates, HYTEST e Harley-Davidson Footwear. Secondo Footwear News il presidente di Keds, Gillian Meek, sta lasciando il gruppo. Anche Greg Tunney, alla guida di Hush Puppies, sta per dimettersi. Sarà sostituito da Kate Pinkham. (mv)

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati