Horween Leather non apre ai fondi: “Questo lavoro è ciò che siamo”

Horween Leather non apre ai fondi: “Questo lavoro è ciò che siamo”

“Finora non abbiamo mai preso in considerazione l’apertura del capitale come un’opzione. Abbiamo sempre trovato qualcuno in famiglia che volesse portare avanti questo lavoro. Del resto per noi non è un lavoro, ma è ciò che siamo”. Il passaggio generazionale non ha mai rappresentato un problema all’interno di Horween Leather Company. Tra le più antiche concerie degli Stati Uniti Horween Leather non apre ai fondi. Fondata nel 1905 a Chicago da Isadore Horween, il suo testimone è passato di mano in mano, da padre a figlio. Giungendo con Arnold Skip Horween alla quarta generazione.

Il segreto di Horween
Il perché Horween Leather non apre ai fondi ve lo raccontiamo sul numero 11 del mensile La Conceria. Dove ci chiediamo (e vi chiediamo) quali siano le possibili strategie di crescita delle aziende familiari. Quale, in questo senso, l’attrattività dei fondi di investimento. Il manifatturiero italiano, tradizionalmente composto da family business, si interroga sulla possibilità di aprire il capitale a nuovi soggetti.

Saint Ferry si rigenera con Lemargo
Per leggere l’intervista completa a Skip Horween cliccate qui. Troverete anche gli altri casi che abbiamo raccontato in relazione al tema aziende familiari e fondi. Per esempio, abbiamo intervistato esponenti del gruppo Finco, di Torielli e della nuova dirigenza di ChiorinoTechnology.

Se non siete già abbonati, qui trovate tutte le formule per diventare nostri lettori affezionati.

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati