Pasubio triplica il premio di produzione nelle concerie italiane

Pasubio triplica il premio di produzione nelle concerie italiane

Pasubio triplica il premio di produzione. Nonostante le incognite determinate dalla pandemia sui mercati internazionali, l’azienda conciaria vicentina ha deciso di moltiplicare per 3 il valore del premio di produzione destinato ai dipendenti dei suoi stabilimenti. Complessivamente la società destinerà buoni per un valore di 350.000 euro.

Pasubio triplica il premio di produzione

Come riporta tviweb.it, la decisione è stata assunta dal Consiglio di amministrazione del gruppo, dal 2017 di proprietà del fondo CVC Capital Partners. Successivamente i vertici della società hanno illustrato il meccanismo di riconoscimento ai rappresentanti sindacali dei lavoratori di Arzignano, Trissino, Zermeghedo e Almisano. Tutti i dipendenti di Conceria Pasubio riceveranno il premio, con particolare attenzione all’assiduità nella presenza al lavoro. Il corrispettivo verrà distribuito sotto forma di ticket restaurant e buoni spesa. Una formula particolarmente “gradita in quanto di immediato utilizzo per l’acquisto di beni di consumo primari e generi alimentari”.

 

 

Il commento

“Siamo fieri che il board abbia accolto la nostra proposta di dar corso a questo ulteriore gesto di sensibilità verso i nostri lavoratori – spiega al portale online Luca Pretto, azionista e amministratore delegato di Pasubio –. Desideriamo fermamente che loro, con le rispettive famiglie, percepiscano l’apprezzamento dell’azienda per il loro contributo professionale e per la loro appassionata dedizione, che risulta determinante soprattutto in momenti di difficoltà. L’azienda sta reagendo in maniera straordinaria alla crisi economica, continuando ad esprimere risultati molto soddisfacenti”.

Dimostrazione di solidità

Pretto ha evidenziato poi come il settore conciario abbia subìto le conseguenze della brusca frenata di automotive e moda. “Però la nostra struttura organizzativa e finanziaria si è dimostrata solida grazie anche all’eccellente lavoro svolto negli ultimi anni, in cui siamo riusciti a svilupparci in maniera importante – prosegue il manager -. Abbiamo quindi affrontato il periodo di lockdown con la giusta prudenza. Prima arrivando ad una sospensione ordinata e mettendo in sicurezza produzioni, impianti e ordini. Ora riprendendo l’attività nel rispetto di tutti i protocolli sanitari previsti. In questo contesto non potevamo non pensare agli sforzi che hanno affrontato le persone che lavorano in Conceria Pasubio e abbiamo quindi ritenuto giusto dare un segnale concreto di sostegno e riconoscimento”. (art)

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati