USA-Cina, i negoziati vanno bene e il mercato guadagna tempo: Trump posticipa ancora l’applicazione dei dazi

In virtù dei “sostanziali progressi” fatti nei recenti negoziati, l’applicazione dei dazi “programmata per il primo marzo” è posposta. Per arrivare a un’intesa che metta definitivamente d’accordo le parti, Stati Uniti e Cina sono già al lavoro per calendarizzare un nuovo meeting in Florida, a Mar-a-Lago. È così che Donald Trump, l’inquilino della Casa Bianca, spiega via Twitter l’esito del round negoziale appena svoltosi a Washington con Xi Jinping, presidente della Repubblica Popolare. Acqua sul fuoco della guerra commerciale che ha caratterizzato la seconda metà del 2018. Trade War che investe in pieno l’area pelle, coinvolgendo tra dazi e contro-dazi sia la materia prima che il prodotto finito, e che si ripercuote sugli equilibri della concia globale. Appena una settimana fa, nei padiglioni di Lineapelle96, gli imprenditori italiani individuavano nella normalizzazione dei rapporti USA-Cina la chiave di volta per un 2019 proficuo.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati