La corona in cuoio di una regina etrusca di 2.700 anni fa

La corona in cuoio di una regina etrusca di 2.700 anni fa

La pelle è da sempre sinonimo di lusso. Il ritrovamento di una corona in cuoio conferma che il materiale era uno dei prediletti anche dagli aristocratici etruschi. Gli scavi archeologici realizzati nel parco Vulci, in provincia di Viterbo, hanno portato alla luce una corona regale decorata con il cuoio.

La corona in cuoio

Nei giorni scorsi una squadra di archeologi ha portato alla luce nuovi reperti nella necropoli di Poggio Mengarelli. Il sito si trova nel parco archeologico di Montalto di Castro. Come racconta tusciaweb.eu, i ricercatori coordinati dal direttore scientifico del parco Carlo Casi e dalla responsabile per la Soprintendenza Simona Carosi hanno riportato alla luce l’oggetto prezioso. Si tratta di una corona regale in cui sono incastonate borchie di bronzo e cuoio. Gli studiosi ritengono che si tratti di parte del corredo funebre di una donna aristocratica sepolta circa 2.700 anni fa. Gli scavi proseguiranno nei prossimi giorni per individuare la possibile tomba di un re. (art)

 

 

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati