Osservate questi sandali in pelle: secondo voi, quanti anni hanno?

Look at these leather sandals: how old do you think they are?

Osservate i sandali in pelle della foto e chiedetevi: quanti anni hanno? Risposta: hanno la bellezza di 3.500 anni. Sono arrivati a noi conservati in un sarcofago egizio. Rappresentano un’incredibile testimonianza stilistica, ma, soprattutto, della durevolezza del “materiale pelle”. E questi sandali non sono certo gli unici manufatti (molto) antichi che raggiungono questo scopo. Eccone una breve rassegna.

Sandali in pelle

I sandali in pelle della foto sono stati rinvenuti nella primavera scorsa da una missione archeologica ispano-egiziana guidata dal professor José Galán. Gli studiosi li hanno trovati nel sarcofago contenente la mummia di una ragazza della XVII dinastia situato nella necropoli di Dra Abu el-Naga, nei pressi di Luxor. I sandali risalgono, dunque, a 1.500 a.C circa e sono in ottimo stato. Sono di colore rosso e presentano motivi decorativi raffiguranti gli dei Bes e Taweret(due gatti), uno stambecco e una rosa. Uno stile elegante e incredibilmente moderno nonostante “l’età”.

Altri 20 secoli

La più antica calzatura mai rinvenuta risale però a 5.500 anni fa. È stata trovata in una grotta in Armenia, nella provincia di Vayotz Dzor. Proprio le condizioni dell’ambiente chiuso hanno permesso alla scarpa di conservarsi in buone condizioni fino ai giorni nostri. Secondo gli studi, è stata prodotta nel Calcolitico, l’Età del Rame. In altre parole, 3.500 anni prima di Cristo.

In Bulgaria e in Germania

Nel 2009, in Bulgaria, gli archeologi hanno rinvenuto, nei pressi della città di Sliven, un paio di scarpe in cuoio che sarebbero appartenute a una donna vissuta nel periodo tracio-romano. Queste calzature e gli altri reperti scoperti durante gli scavi risalirebbero a un periodo compreso tra il V e il II secolo a.C. Avrebbe, invece, “appena” 2.000 anni un’elegante calzatura in pelle trovata nei dintorni di Saalburg, in Germania, nel luglio del 2019. Gli esperti ritengono che esistesse un forte romano che viveva non solo di attività militari.

Le Predator di Vindolanda

Ha, infine, un design estremamente moderno una scarpa rinvenuta nel 2016 nel forte romano di Vindolanda, presso il Vallo di Adriano, in Northumbria, al confine con l’odierna Scozia. Tra i reperti vi sono stivali per ragazzi, da uomo, ciabatte e calzature per donne. A stimolare la curiosità degli archeologi è, però, un modello in particolare. Perché è simile alle Adidas Predator. “Questa calzatura ha offerto comodità e flessibilità ai romani – ha spiegato all’epoca Andrew Birley, responsabile degli scavi -. La sua somiglianza con il modello Predator mostra che il buon design supera la prova del tempo”.

Immagine tratta da djedmedu.wordpress.com

Leggi anche:

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati