Il boom online dei reseller testimonia la fame di borse di lusso

Il boom online dei reseller testimonia la fame di borse di lusso

Non solo Cina. La fame per le borse di lusso è diffuso in tutto il mondo. E sembra sia scoppiata con la pandemia. Ne sa qualcosa il rivenditore britannico Sellier Knightsbridge, nome commerciale di The Vestiary Limited. Oggi vende una borsa Hermès al giorno, mentre l’offerta delle classiche borse Chanel può fare il tutto esaurito in 30 secondi.

La fame di borse di lusso

Il negozio fisico Sellier è stato aperto all’inizio del 2019 da Hanushka Toni e da sua madre Dina Ibrahimova. Tutto andava bene, racconta la fondatrice su WWD, fino al lockdown di marzo. Così ha cominciato ad incrementare il numero di post su Instagram. È stata la svolta. “Stiamo crescendo mese dopo mese. Da quando abbiamo lanciato il nostro sito web a maggio i nostri ricavi sono saliti in media da 300.000 a 500.000 sterline al mese, solo sul sito” ha detto Toni. La maggior parte dei prodotti viene venduta entro un’ora dal lancio su Instagram. Nei casi più lenti, si arriva ad una settimana. La clientela è composta da donne benestanti “con collezioni incredibili, che aggiornano il loro guardaroba con pezzi di top brand su base quasi settimanale” afferma Toni.

 

 

Le griffe regine

Chanel e Hermès sono le griffe regine del mercato. Una Birkin nuova, taglia 25, che viene venduta a 6.500 sterline in boutique, da Sellier è quotata 13.500 sterline. “È semplicemente folle” commenta Toni. A suo avviso la differenza di prezzo è giustificata dal fatto che in negozio c’è poca disponibilità e una scelta molto ridotta. Sul mercato secondario si possono trovare la borsa delle dimensioni, del colore e delle finiture desiderate. Chanel, ma soprattutto Hermès, fanno storia a sé, però. Gli altri modelli si svalutano in fretta, anche fino a perdere l’80-90% del prezzo originale. Così come è rapido il turnover di borse, con lo stesso acquirente che compra un modello per poi rivenderlo dopo poche settimane. Per Sellier l’obiettivo è quello di raddoppiare i ricavi entro il prossimo anno e guardare all’espansione negli Stati Uniti. (mv)

Immagini tratte da sellierknightsbridge.com/

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati