UK, la scarpa riparte (e c’è chi ha fatto il botto anche con CRV)

UK, the footwear industry starts again (and there are those who made it even with CRV)

In Inghilterra la scarpa riparte. L’ufficio nazionale di statistica ha diffuso nei giorni scorsi i dati sulle vendite di calzature al dettaglio. Tra metà giugno e metà luglio gli acquisti dei consumatori inglesi sono aumentati del 13,9% rispetto ai 30 giorni precedenti. E c’è anche chi, durante la pandemia, ha fatto il botto come Fairfax & Favor. Ma allo stesso tempo secondo le previsioni molti altri negozi chiuderanno.

La scarpa riparte

Secondo i dati dell’ufficio nazionale di statistiche, tra metà giugno e metà luglio i negozi di calzature inglesi hanno venduto il 13,9% di scarpe in più. L’aumento previsto era dell’8%. Su base annua l’istituto ha registrato una contrazione, comunque più contenuta rispetto alle previsioni: -1,6% anziché -6,4%. Il governo britannico ha imposto il lockdown a metà marzo e tanti rivenditori hanno accusato il colpo. Molti sono arrivati a drastiche riduzioni di personale.

 

 

I problemi delle insegne

La ripartenza dei consumi è senz’altro positiva, anche se gli esperti stimano che per un recupero completo serviranno anni. L’epidemia da CRV ha infatti acuito le difficoltà di alcuni retailer, già schiacciati dagli elevati costi degli affitti e dall’incertezza generata da Brexit. Il Centre for Retail Research, importante società di ricerche, prevede che il retail britannico perderà nel 2020 circa 17,2 miliardi di sterline, chiuderanno oltre 20.000 negozi e andranno in fumo più di 235.000 posti di lavoro contro i 143.128 persi l’anno scorso.

A vele spiegate

Risultati estremamente positivi invece per Fairfax & Favor, retailer britannico di calzature e accessori di lusso. Durante il periodo del lockdown, come ha spiegato il responsabile vendite Rob Cooper a businessweekly.co.uk, l’azienda ha “visto un enorme interesse quasi da un giorno all’altro”. “La domanda è stata davvero incredibile. Abbiamo lanciato alcune edizioni limitate e le abbiamo esaurite in sei minuti – continua il manager -. Fairfax and Favor vende articoli in pelle di lusso che vengono acquistati per essere visti come stivali, borse e borsellini. Eravamo preoccupati che, le persone bloccate e impossibilitate a uscire, si sarebbero allontanate dagli acquisti delle nuove linee non potendole sfoggiare in pubblico”. A fare la parte del leone è stato il sandalo Brancaster: gli ordini sono schizzati del 320%. (art)

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati