Le quattro cose che la pelle italiana ricorderà di giugno 2020

Le quattro cose che la pelle italiana ricorderà di giugno 2020

Un mese di ritorni alla comunicazione. Di ritorni alla pianificazione di eventi fisici (e phygital, come pretendono i tempi) e di acquisizioni. Ma anche, un mese durante il quale l’industria conciaria ha, purtroppo, vissuto un drammatico lutto. La pelle italiana, infine, ricorderà giugno 2020 per il suo essere il mese della Fase 3, cioè del ritorno alla normalità (nei limiti del possibile e della prudenza), dopo il lockdown. Trenta giorni, dunque, che si possono riassumere in quattro punti.

La pelle italiana ricorderà

Silenzio assordante” è una espressione talmente abusata da suonare anche vecchia. Ma fa al caso di Kering. Mentre in primavera i player dell’alta moda si interrogavano sul futuro del settore, Pinault e sottoposti (praticamente) tacevano. Ha rotto gli indugi a fine maggio lo stilista Alessandro Michele, che ha presentato l’Epilogo di Gucci. Dopodiché, la conglomerata francese e il suo brand ammiraglio si sono scatenati su tutti gli argomenti: pricing, retail, innovazione, laboratorio di analisi in house, sostenibilità. Il silenzio si è trasformato in un ricordo.

Da 110 a 38 multimarca italiani: la scure di Gucci sul wholesale
Kering annuncia TIL, il suo laboratorio per analisi (a Prato)
Gucci si aggiunge al gruppo di chi aumenta i prezzi
Per il CEO di Gucci il lusso non sarà più come prima (meglio così)

 

 

Le fiere ripartono

La pandemia, invece, non è ancora un ricordo del passato. L’organizzazione delle fiere dell’area pelle, dunque, si adegua al social distancing. Così Lineapelle annuncia per il prossimo settembre (22 e 23) l’evento A New Point Of View, in contemporanea con Micam, Mipel, The One e Homi a Fieramilano Rho. Con un nuovo format, per forza di cose. Ma con il solito spirito.

Lineapelle lancia A New Point of View: 22 e 23 settembre, Milano
Micam Milano Digital Show, nasce la fiera aumentata della scarpa

Un doloroso addio

Purtroppo il mese appena terminato è segnato anche da un lutto. Il 29 giugno se n’è andato Valter Ceccatelli, presidente e CEO della conceria Incas, protagonista della concia italiana.

Conceria italiana in lutto: addio a Valter Ceccatelli (Incas)

L’acquisizione al fotofinish

Un’operazione che crea un ulteriore ponte tra i distretti di Arzignano e Santa Croce. Il 30 giugno Rino Mastrotto Group acquisisce Nuova Osba. Un accordo, sostengono entrambe le parti, che va visto come un segnale di fiducia per il settore.

Rino Mastrotto Group acquisisce Nuova Osba: “Un segnale di fiducia”

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati